Vai alle news

Progetto Nuoto anch'io 2017...

martedì 20 marzo 2018

Progetto 🏊‍♂️ anch’io. Ha preso avvio il 15 dicembre 2017 e si concluderà nella pr...

Il cervello riposiziona le ...

mercoledì 22 marzo 2017

Durante l'apprendimento il cervello riorganizza e riposiziona le proprie 'antenne', per stabilizzare il segnale in ing...

Registro regionale delle as...

martedì 18 aprile 2017

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 23 del 20 marzo 2017, è stato pubblicato il decreto (n. 212 del 15 ...

Autismo: strategie sensoria...

martedì 20 marzo 2018

È uno strumento utile a rendere più autonome le persone con disturbi dello spettro autistico, l’opuscolo &ldqu...

La creatività ha più voci.....

martedì 14 maggio 2019

La creatività ha più voci... imparando dalle mani Convegno / Ceramica e terapia del benessere ...

Concerto Gospel

martedì 03 dicembre 2019

Al fine di raccoglere fondi e micro donazioni per i progetti Associativi a partire dal 22 dicembre 2019 saranno oraganizzati una s...

#andràtuttobene uniti contr...

martedì 31 marzo 2020

In questi particolari momenti noi genitori che con i nostri figli affrontiamo quotidianamente una battaglia contro un nemico ancor...

Giornata mondiale della con...

lunedì 02 aprile 2018

Ieri mattina, l’associazione Urbe di Santa Maria Capua Vetere, con i suoi soci ha anticipato la giornata della consapevolezz...

Bomboniere Solidali

venerdì 20 settembre 2019

Vuoi relizzare le tue bomboniere in maniera solidale. Acffadir può aiutarti a relaizzarle grazie ad uno specifico progetto ...

Scoperto il 'motore' dell'e...

mercoledì 28 marzo 2018

Fonte ANSA  Nella ricerca, pubblicata sulla rivista Brain, cellule della pelle di pazienti con malattie genetiche neurol...

Progetto nuoto anch'io 2017...

sabato 09 dicembre 2017

Il 6 dicembre 2017, con la consegna delle domanda di adesione al progetto "Nuoto anch'io 2017-2018", è stata ...

Presentazione Progetto Digi...

venerdì 04 maggio 2018

In tempi difficili come quelli in cui viviamo, sappiamo che bisogna in primis sviluppare processi organizzativi ed economici virtu...

Spettacolo di Solidarietà p...

sabato 07 luglio 2018

Si riporta il testo integrale del post pubblicato sulla pagina facebook dell'Associazione Urbe di santa Maria Capua Vtere...

Otto per mille chiesa Valde...

martedì 11 settembre 2018

Anche quest’anno Ottopermille Valdese ha riconosciuto meritevoli di finanziamento i progetti Nuoto anch’io 2018-2019 e...

Progetto Nuoto anch'io 2018...

mercoledì 05 dicembre 2018

Da Gennaio 2019 è  attivo il progetto Nuoto anch’io 2018-2019 che terminerà a dicembre 2019. Il progetto ...

Progetti Associativi bienni...

martedì 25 dicembre 2018

Sono stati approvati per il 2019 i seguenti progetti co-finanziati da otto per mille Chiesa Valdese: Il progetto nuoto anch'...

Estate di Sollievo 2019

mercoledì 09 gennaio 2019

Progetto Estate di sollievo 2019 L’intervento si propone, riguardo al miglioramento del sollievo alle famiglie di bambini...

Estate di Sollievo 2020

lunedì 13 luglio 2020

Il progetto Estate di Sollievo 2020 quest'anno è itinerante ed è stato realizzato grazie al contributo di Fondaz...

Heart in Hand - Aperitivo S...

mercoledì 05 giugno 2019

Donare è un gesto semplice, spontaneo che rende felice chi lo fa ma anche chi lo riceve. Acffadir, per ringraziare i num...

Calendario eventi
News

Amministratore di Sostegno istruzioni per l'uso.

Si tratta di un istituto giuridico entrato per la prima volta nell’ordinamento italiano con la legge n. 6 del 9 gennaio 2004. Lo scopo è quello di affiancare il soggetto la cui capacità di agire risulti limitata o del tutto compromessa.

Citando proprio l’art 1 della Legge 6/2004 si può dire che si tratta di un nuovo istituto di protezione avente la funzione di “tutelare … le persone prive in tutto o in parte di autonomia, con la minore limitazione possibile della capacità di agire“.

Nel caso di minori affetti da patologie ai quali si vuole affiancare l'amministratore di sostegno è possibile proporre ricorso entro l'anno precedente il compimento della maggiore età.

Per ulteriori approfondimenti leggere la breve guida sottoriportata.

Per una prima consulenza legale contattate l'Associazione inviando una mail a info@acffadir.org o telefonando ai numeri riportati nella sezione contatti del sito .

 

 

Riferimenti legislativi

Legge n. 6/2004 

  • A chi è rivolta la nuova legge istitutiva dell’Amministratore di Sostegno

A tutte le persone che per effetto di una menomazione sia fisica che psichica si trovano nell’impossibilità di provvedere, anche in via temporanea, ai propri interessi (anziani, disabili fisici o psichici, alcolisti, tossicodipendenti, malati) e che non hanno la piena autonomia nella vita quotidiana.

  • Finalità della legge

Tutelare, con la minore limitazione possibile della capacità di agire, le persone prive in tutto o in parte di autonomia nell’espletamento delle funzioni della vita quotidiana mediante interventi di sostegno temporaneo o permanente in grado di andare incontro alle loro esigenza, anche aiutandole ad affrontare problemi concreti (come acquistare, vendere, affittare un appartamento o investire somme di denaro).

Per questa ragione il ricorso per la nomina dell’amministrazione di sostegno deve specificare l’atto o le tipologie di atti per il quale è richiesta l’assistenza.

  • Chi può fare la richiesta (ricorso)

Il ricorso può essere presentato direttamente al Giudice Tutelare, in alcuni casi anche senza avvocato, da:

  1. beneficiario (persona interessata), anche se incapace;

  2. familiari entro il 4° grado: genitori, figli, fratelli o sorelle,nonni, zii, prozii, nipoti, cugini;

  3. gli affini entro il 2° grado: cognati, suoceri, generi, nuore;

  4. il Pubblico Ministero;

  5. il Tutore o Curatore.

  • Chi deve fare la richiesta (ricorso)

I responsabili dei servizi sanitari e sociali direttamente impegnati nella cura e nell’assistenza della persona, venuti a conoscenza di fatti tali da rendere opportuna l’apertura del procedimento di ammininistrazione di sostegno, sono obbligati ad proporre il ricorso al Giudice Tutelare.

  • Quando fare la richiesta (ricorso)

Per chiedere la nomina di un amministratore non è sufficiente che la persona sia incapace: occorre che vi sia pure un interesse attuale e concreto al compimento di atti per i quali è necessario l’amministratore di Sostegno e che l’interessato non potrebbe compiere da solo.

  • A chi fare opposizione al ricorso

Alla Corte d’Appello a norma dell’art. 739 cpc; contro il decreto della Corte d’Appello alla Cassazione.

  • A chi rivolgersi

Per informazioni direttamente al Tribunale di competenza o allo Sportello ADS presente presso i vari Tribunali, attraverso la posta elettronica.

  • A chi indirizzare la richiesta (ricorso)

Il ricorso deve essere presentato al Giudice Tutelare (esempio del ricorso si ritira presso il Tribunale stesso o può essere scaricato dal sito) del luogo ove vive abitualmente la persona interessata (se ricoverata permanentemente presso una residenza per anziani o altra struttura è competente il Giudice del luogo di ricovero).

Il ricovero temporaneo (es. per riabilitazione) invece non influisce sul luogo ove presentare la domanda, che resterà determinato in base alla residenza).

  • Durata dell’incarico

La durata dell’incarico di Amministratore di Sostegno può essere a carattere:

  1. temporaneo,

  2. indeterminato,

vedi art. 405 comma 5 n. 2 del Codice Civile.

Il decreto emesso del Giudice decide la durata dell’incarico e i poteri attribuiti all’Amministratore di Sostegno. Detto decreto viene annotato nei registri di stato civile del comune di residenza e di nascita del beneficiato a margine del suo atto di nascita. Il decreto che dispone l’Amministrazione di Sostegno e delimita i poteri dell’ADS può sempre essere modificato per esigenze che si manifestino nel corso della vita del soggetto interessato.

L’amministratore di sostegno, dopo la nomina, presta il giuramento di svolgere il proprio incarico con fedeltà e diligenza e da quel momento può iniziare a svolgere la sua funzione. L’amministrazione di sostegno può sempre essere revocata qualora ne vengano meno i presupposti che la hanno necessitata o se essa si riveli non idonea a realizzare la tutela del beneficiario.

  • Poteri dell’amministratore e limiti del beneficiario

I poteri dell’amministratore di sostegno, vengono plasmati dal decreto di nomina (emesso dal Giudice Tutelare) nel quale vengono definiti gli atti specifici che l’amministratore può compiere in nome e per conto del beneficiario e gli atti che possono essere compiuti in assistenza. Il giudice con la sua decisione deve proteggere la persona, i suoi bisogni e rispettare le sue richieste nei limiti della tutela della persona stessa. A seguito dell’istituzione della misura di protezione, il beneficiario conserva in ogni caso una sfera di capacità, con riguardo a due categorie di atti: – gli atti necessari a soddisfare le esigenze della propria vita quotidiana (art. 409 c.c.) – gli atti per i quali la sua capacità non ha subito limitazioni.

  • Cosa contiene il decreto di nomina

Il decreto di nomina dell’amministratore di sostegno deve contenere:

  1. Le generalità della persona beneficiaria e dell’Amministratore di sostegno,

  2. La durata dell’incarico che può essere anche a tempo indeterminato,

  3. L’oggetto dell’incarico e degli atti che l’Amministratore di sostegno ha il potere di compiere in nome e per conto del beneficiario,

  4. Gli atti che il beneficiario può compiere solo con l’assistenza dell’amministratore di sostegno,

  5. I limiti, anche periodici, delle spese che l’Amministratore di sostegno può sostenere con l’utilizzo delle somme di cui il beneficiario ha o può avere la disponibilità,

  6. La periodicità con cui l’Amministratore di sostegno deve riferire al giudice circa l’attività svolta e le condizioni di vita personale e sociale del beneficiario.

Sito ministero giustizia

Aiuta anche Tu la cultura dell’ADS scaricando GRATIS la “Guida Breve all’Amministratore di Sostegno” soltanto con un TWEET; Ti basta cliccare sul tasto qui di seguito: “

domenica 22 marzo 2015